Le 8 tendenze più importanti del web design nel 2017

Quali tendenze del web design saranno particolarmente rilevanti nel 2017? Nel corso degli ultimi 20 anni il web design si è sviluppato rapidamente, caratterizzandosi per i progressi tecnologici e le innumerevoli nuove possibilità di creazione. Mentre in passato le tendenze del web design duravano lunghi periodi, oggi le nuove scoperte del web design moderno hanno invece poco tempo per svilupparsi. Infatti, continuano ad essere importanti la facilità d’uso e l’alta informatività dell’offerta web, e non solo perché sempre più persone si connettono online.

Web design moderno: le novità tecniche per l’adattamento sui dispositivi mobili

Le tendenze del web design 2017 seguono ancora un chiaro percorso: la disposizione visiva del sito web diventa di secondaria importanza e ci si concentra su un utilizzo ottimizzato per il visitatore. I contenuti devono essere presentati in modo appropriato e offrire un valore aggiunto, indipendentemente dal dispositivo utilizzato. Per questo, anche nel 2017, il responsive design rimarrà una parola chiave importante per i web designer. Di conseguenza solo se il sito web o la web app riesce a reagire dinamicamente alle proprietà del dispositivo in uso e allo stesso tempo viene visualizzato chiaramente su ogni apparecchio, continuerà ad avere successo in futuro.

Serve perciò integrare in modo ottimale i moderni standard web come l’HTML5, JavaScript e CSS3 per creare dei siti web flessibili. I contenuti già presenti, così come gli elementi grafici, devono rimanere il più possibile invariati, indipendentemente dalla risoluzione del dispositivo in uso o dal metodo di immissione (per esempio touch screen o tramite mouse). I vantaggi di un responsive design sono a portata di mano: l’adattamento flessibile e automatico facilita non solo l’uso dei dispositivi mobili attuali, ma consente anche un adeguamento veloce ad un futuro apparecchio multimediale. A differenza di un sito web concepito per i dispositivi mobili, che deve essere creato e amministrato separatamente dal classico sito web con un template proprio, il nuovo contenuto o quello modificato di un sito responsive deve essere realizzato solo un’unica volta.

8 tendenze, che domineranno il web design nel 2017

Alcune tendenze più recenti del web design degli ultimi anni si ritrovano anche nel 2017 e mirano soprattutto alla qualità e alla personalizzazione dei contenuti, come dimostra la seguente lista.

  1. Utilizzare tipi di layout affermati

Un layout ben strutturato viene copiato spesso e nel giro di poco tempo, come si nota sempre tra le tendenze del web design. Le interfacce utente di molti siti e web app si orientano per la struttura e la gestione dei contenuti sempre di più a pratiche consolidate. Il layout influenza quindi l’usabilità di un sito web. Generalmente è difficile sbagliare se si punta su un sito esteticamente chiaro e ordinato; non si rischia neanche se ci si attiene ad imitare la veste grafica dei layout maggiormente affermati per i siti complessi o il design di blog per quelli più piccoli. Tra le tendenze del web design più recenti rientrano 2 tipi di layout che nel 2017 si ritroveranno su molte interfacce utente grafiche.

Il primo fenomeno di questo tipo si è affermato in fretta perché per molti utenti rappresenta la semplicità vera e propria per una presentazione chiara del menu, ovvero il piccolo menu a pulsante, chiamato anche “menu hamburger” (in inglese “hamburger button“). Inizialmente è stato utilizzato soprattutto per i menu a tendina dei siti mobili e delle app, ma ora questo comodo menu è stato adottato anche su molte versioni desktop. Il simbolo ricorda i diversi strati di un hamburger e viene spesso riprodotto graficamente con il segno matematico “≡“, che significa “uguale”.

La seconda tendenza più recente nel web design riguarda la presentazione dei contenuti. I Card layout (spesso anche chiamati “card-based design”) sono sempre più utilizzati. Se si adotta un layout simile, spesso i contenuti testuali e/o basati su immagini o pulsanti di “Call to Action” sono presentati in più box, distribuiti su tutta l’interfaccia utente. Ci sono diversi vantaggi: oltre alle moltissime possibilità di strutturare un sito in modo più chiaro e che si adatti meglio esteticamente ai contenuti proposti, il Card layout dimostra anche altre peculiarità da un lato più pratico. Infatti, i singoli box o carte, che fungono da contenitore, possono essere spostate facilmente all’interno della struttura del sito. Specialmente nei responsive design la ridistribuzione dei contenuti delle pagine avviene senza troppe complicazioni. Il Card layout deve la sua popolarità soprattutto ai diversi servizi per la condivisione di immagini come Pinterest o alle piattaforme per i design come Dribbble.

  1. Storytelling interattivo

Contenuti convincenti sono essenziali per un buon sito web. Ma solo questo non basta. Ugualmente importante è strutturare le informazioni già presenti nel giusto modo visivo e in maniera interattiva cosicché il visitatore si senta emozionalmente coinvolto. Lo storytelling interattivo è perciò un metodo sempre più utilizzato per presentare in modo più avvincente degli argomenti ostici. Un esempio di una ben riuscita combinazione di informazioni tecniche con contenuti multimediali è rappresentata dal documentario “Snow Fall” del New York Times del 2012. Il reportage, di circa 10.000 parole, fa luce sulle esperienze di un gruppo di sciatori, travolti da una valanga di neve. Il lungo testo risulta sempre appassionante e vivace grazie alla particolare elaborazione con interviste, video, immagini e animazioni.

Esempio di presentazione multimediale del reportage “Snow Fall“: nella parte alta dello schermo c’è un’animazione, mentre sotto ci sono il testo e le immagini

Una forma di presentazione interattiva, informativa e accattivante allo stesso tempo, lega il visitatore alla pagina e aumenta le possibilità di una reazione positiva. Tuttavia, utilizzando lo storytelling interattivo, bisogna fare attenzione a non inserire animazioni troppo pesanti che possano andare a discapito della performance del sito.

  1. Scrolling infinito

Tra le tendenze del web design 2017 ritroviamo anche una vecchia conoscenza: lo scrolling infinito che permette al visitatore del sito web di visualizzare nuovi contenuti scorrendo le pagine invece che cliccandoci sopra. Una volta concluso un paragrafo, il successivo si riallaccia immediatamente a quello prima. I social network come Facebook o Instagram utilizzano questo metodo già da molto tempo per presentare i contenuti agli utenti nel modo più semplice possibile. Anche sui blog la tecnica dello “scorrimento infinito” si può riscontrare già da qualche tempo e avrà sicuramente un ruolo molto importante anche in futuro.

Lo scrolling infinito è consigliabile per quei casi in cui il gestore di un sito web non sappia valutare con esattezza quali siano le informazioni più rilevanti per i rispettivi visitatori. Lo stesso vale nel caso in cui sia convinto che più informazioni abbiano la stessa rilevanza. Qualora si scelga questa tecnica di “scroll”, bisogna fare attenzione ai seguenti punti, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto dell’ottimizzazione per i motori di ricerca:

  • URL personalizzato per ogni sottopagina
  • Nessuna sovrapposizione dei contenuti
  • Il visitatore deve individuare facilmente gli elementi ricercati
  • Tempi di caricamento adeguati
  1. Scorrimento parallax

Anche lo scorrimento parallax non rientra tra le nuovissime tendenze del web design, ma diventerà sempre più importante. L’effetto parallax viene utilizzato già da diversi anni come componente dei siti web moderni. Così, dato che i singoli elementi della pagina web si muovono velocemente e in maniera diversa, si possono realizzare dei particolari effetti visivi che tengono i visitatori incollati allo schermo. Idealmente il sito web offre, oltre ad un effetto di movimento, anche degli elementi che invitano l’utente a compiere un’azione. Lo scorrimento parallax si combina perciò bene con lo storytelling interattivo. È possibile vedere un ottimo utilizzo di questa tecnica sulla pagina di “Every Last Drop”.

  1. Ottimizzazione dei tempi di caricamento di una pagina

I metodi sopra descritti sono inoltre responsabili del fatto che i contenuti sono facilmente accessibili agli utenti, ma portano in determinate circostanze ad un altro problema, che stride con la concezione del web design moderno: la dispendiosa creazione grafica dei siti web spesso aumenta anche il tempo di caricamento di una pagina. Gli sviluppatori devono perciò valutare esattamente quali contenuti multimediali ed interattivi offrano un valore aggiunto all’utente e quali rallentino inutilmente la consultazione del sito web. In genere vale la regola “meno è meglio”, non essendo tuttavia implicato un completo ritorno al flat design, cioè ad un design semplice.

Quindi vale lo stesso discorso fatto per video, foto e altri tipi di contenuti: devono essere di alta qualità, unici e rilevanti per gli utenti. Inoltre ha senso che questi contenuti siano caricati solo nel momento in cui il visitatore li richiami. A trarre vantaggio da siti Internet ben strutturati, che non presuppongono un eccessivo volume di dati, sono proprio gli utenti che utilizzano dei dispositivi mobili o hanno a disposizione delle connessioni Internet lente.

  1. Importanza della scelta del font

Finora l’uso di caratteri grandi e la commistione di diversi tipi di font non venivano facilmente accettati. Oggi non è più così e quindi la variazione nella scelta dei caratteri è entrata a far parte delle tendenze del web design. L’armonizzazione tra i diversi tipi di font, se applicata in maniera corretta, produce spesso un effetto positivo nel lettore. L’alternanza tra le diverse dimensioni dei caratteri aiuta l’utente nella strutturazione ottica del testo; ad esempio vengono visti per primi gli elementi più grandi.

In genere i tipi di caratteri vanno scelti con cognizione di causa e adattati alle esigenze del target di riferimento, al prodotto, all’azienda o alla tematica. Tra tutte le libertà che il web designer può prendersi nella scelta dei tipi di caratteri e delle loro dimensioni, non bisogna però mai dimenticarsi di un aspetto importante: il font scelto deve risultare ben leggibile all’utente.

  1. Elementi di sfondo di alta qualità

Il problema delle tanto amate foto stock è che probabilmente si trovano su molti altri siti web e difficilmente riescono ancora a catturare l’attenzione dei visitatori. Una tendenza essenziale del web design per il 2017 è quindi l’utilizzo di fotografie il più possibile uniche e di alta qualità, in particolare per lo sfondo del sito web. Ciò conferisce alla propria presenza sul web una particolare nota personale.

Un’ulteriore possibilità per creare uno sfondo personalizzato per il sito web è l’uso di video o immagini animate. In questo caso bisogna considerare fino a che punto un design di questo tipo influisca sulla performance del sito web.

  1. Illustrazioni di alta qualità

Un’altra tendenza del web design, che contraddistingue il proprio sito web dagli altri ed attira una maggiore attenzione sul proprio, è l’inserimento di illustrazioni di alta qualità che offrono il vantaggio di esplicitare in modo semplice delle spiegazioni scritte, oltre che concretizzarle e supportarle grazie alla forza enunciativa del testo. Proprio nel contesto dei contenuti multimediali di un sito web, le illustrazioni offrono una variazione efficace che salta subito all’occhio. Inoltre, le opere illustrate sono difficilmente copiabili dai concorrenti e sono perciò la soluzione ideale per distinguersi dalla massa. Chi non avesse le competenze per creare autonomamente queste illustrazioni, dovrebbe rivolgersi ad un grafico. Un esempio molto noto di un sito web che utilizza delle illustrazioni, è l’homepage del servizio di archiviazione online Dropbox.

Fonte: 1&1 Domini